Vivian Maier. Una fotografa ritrovata

Vivian Maier. Una fotografa ritrovata

Soltanto per un caso fortuito il mondo non è rimasto ignaro degli scatti di Vivian Maier.

Eppure, Vivian Maier era una street photographer eccezionale, capace di realizzare immagini potenti, piene di vita. Ma Vivian Maier preferì non rivelare a nessuno il proprio genio: passò la sua esistenza trasferendosi di casa in casa per fare la baby sitter e le sue fotografie non sono mai state esposte né pubblicate mentre lei era in vita.

Continua

Spinosaurus. Il gigante perduto del Cretaceo

Spinosaurus. Il gigante perduto del Cretaceo

Impossibile rimanere impassibili di fronte a Spinosaurus. Il gigante perduto del Cretaceo. Ospitata nelle bellissime sale di Palazzo Dugnani fino al 10 gennaio, la mostra coinvolge e sorprende per la notevole capacità di coniugare tecnologie e ricerche scientifiche avanzate alla semplicità didattica ed esplicativa del percorso e dell’allestimento, in grado di affascinare non solo i più piccoli.

Continua

Petrit Halilaj. Space Shuttle in the Garden

Petrit Halilaj. Space Shuttle in the Garden

Materiali semplici, tra cui terra, legno e acqua, sono questi gli elementi con cui Petrit Halilaj crea le proprie opere. La mostra Space Shuttle in the Garden, attualmente allestita in Pirelli HangarBicocca e visitabile fino al 13 marzo 2016, è la prima personale dell’artista in Italia e propone una rilettura dei lavori realizzati a partire dal 2008.

Continua

Sopra il nudo cuore. Fotografie e film di Antonia Pozzi

Sopra il nudo cuore. Fotografie e film di Antonia Pozzi

Emozione allo stato puro. Questo l’ingrediente fondamentale della mostra Sopra il nudo cuore. Fotografie e film di Antonia Pozzi, inaugurata il 23 ottobre e aperta fino al 6 gennaio 2016. Ospitata nello Spazio Oberdan – Fondazione Cineteca Italiana a Milano, curata da Giovanna Calvenzi e Ludovica Pellegatta in collaborazione con Città metropolitana di Milano, Regione Lombardia, Comune di Milano e Centro Internazionale Insubrico C. Cattaneo e G. Preti, l’esposizione vibra di intensità e passione: fotografie e parole si incastrano alla perfezione creando un percorso che ha il notevole pregio di far avvicinare ad Antonia Pozzi e alla sua visione del mondo anche il visitatore digiuno di poesia. Continua

Questo sito utilizza i cookie… accetti? maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi